domenica 13 marzo 2022

2022 EB5 l’asteroide impattatore

In una zona remota, nei dintorni dell’Isola di Jan Mayen, nel mare di Norvegia, a qualche centinaio di chilometri a nord dell’Islanda, alle ore 21:22 UT, improvvisamente nel cielo è comparsa una palla di fuoco luminosa, che dopo pochi secondi si è spenta. Un’esplosione equivalente a 2-3 kT TNT avvenuta in atmosfera, causata dall’impatto di un piccolo asteroide di circa 2-3 metri di diametro.



Alle 19:24 UT dell’11 Marzo 2022, Krisztian Sarneczky del GINOP-KHK, Piszkesteto (codice MPC K88) in Ungheria, utilizzando il telescopio da 0.60-m scopre un nuovo oggetto al quale è stata data la designazione provvisoria di Sar2593 e che, poco dopo, viene inserito nella pagina NEOCP del Minor Planet Center.

Già dalle prime misure si intuisce che il piccolo asteroide si trova vicino alla Terra e l’astrofilo ungherese continua a seguire l’oggetto nelle ore successive.

Dall’osservatorio di Farra d’Isonzo (codice MPC 595), E. Pettarin conferma l’asteroide inviando altre misure astrometriche e così anche M. Urbanik dal KYSUCE Observatory, Kysucke Nove Mesto (codice MPC G02) in Slovacchia.

Alle 20.46 UT, Bill Gray del Project Pluto invia alla Mailing List del Minor Planet Center un “allert” invitando tutti gli osservatori europei a riprendere l’asteroide poiché dai calcoli effettuati, il corpo celeste appena scoperto, sarebbe entrato in atmosfera alle ore 21:23 UT, a nord dell’Islanda.

Gli astrofili Paolo Bacci e Martina Maestripieri del GAMP – Gruppo Astrofili Montagna Pistoiese –, presieduto da Luciano Tesi, dopo aver letto l’allert, immediatamente si mettono all’opera per contribuire a determinare l’orbita di Sar2593. Non essendo in osservatorio a causa delle condizioni meteo non particolarmente favorevoli, decidono di aprirlo comunque  a distanza utilizzando il telescopio tramite il sistema di remotizzazione recentemente installato.

Alle 20.50 UT, il telescopio principale dell’Osservatorio Astronomico della Montagna Pistoiese, struttura del Comune di San Marcello Piteglio, viene così aperto e puntato alle coordinate previste.

L’incertezza della posizione sulla volta celeste, ha richiesto una concitata e frenetica ricerca, dal momento che l’impatto era imminente.

Alle ore 21:10:00 nelle immagini catturate dal telescopio da 0.60-m F/4, FOV 35’x35’, risoluzione 2”/pixel, CCD Apogee Alta, compariva improvvisamente la traccia strisciata dell’asteroide che al momento aveva una velocità angolare di ben oltre 4000”/min. 



Il team del GAMP seguiva per diversi minuti l’asteroide e con stupore e concitazione notava nelle immagini che la traccia si allungava sempre di più, a dimostrazione del fatto che l’oggetto si stava avvicinando progressivamente alla Terra.

L’ultima immagine catturata dall’osservatorio montano è stata ottenuta alle ore 21:17 UT ovvero 5 minuti prima dell’impatto con la nostra atmosfera ad una velocità di 15Km/sec. e con una velocità angolare di oltre 18000”/min. (ben 36mila volte la velocità angolare di un asteroide della fascia principale).

Riuscire a osservare un asteroide che sta per impattare col nostro pianeta è stata una grande emozione che ogni ricercatore di questo settore sogna di fare.



domenica 2 gennaio 2022

Comete

 Dall'osservatorio astronomico della Montagna Pistoiese abbiamo riprese alcune comete.

C/2021 A1 (Leonard) la prima scoperta nel 2021, raggiungerà il perielio il  3 gennaio 2022.

Vi erano molte aspettative per questo astro chiomato, ed in effetti nei cieli astrali ha mostrato una coda lunga ben 30°, visibile tramite scatti fotografici con comuni macchine fotografiche.

Maggiori informazioni sulle news-UAI.

Di seguito due immagini della Leonard ottenute dal nostro osservatorio ed elaborate da Mauro Facchini



una galleria di immagini della cometa è consultabile sul sito dell' UAI

67P/Churyumov-Gerasimenko

La famosa cometa osservata dalla missione Rosetta per ben due anni. un un periodo di 6.45 anni










29P/Schwassmann-Wachmann

una cometa che periodicamente effettua del out-burst  aumentando cosi la sua luminosità improvvisamente 



409P/Loneos-Hill




domenica 10 ottobre 2021

Remoto

 La sera del 23 agosto 2021, alla presenza del Sindaco di San Marcello Piteglio Luca Marmo e dell'assessore alla cultura Alice Sobrero, il GAMP ha inaugurato il nuovo sistema di remotizzazione del telescopio da 60 cm.


Un percorso lungo, che nasce dalla vincita del prestigioso premio Shoemaker NEO GRANT della Planetary Society (USA), che riconoscendo il fondamentale contributo che ha dato e da il nostro osservatorio nello studio degli asteroidi, ha finanziato il progetto di automatizzazione con 8.000 dollari. 

Il Comune montano fin da subito ha apprezzato l'idea ed ha sostenuto il GAMP con un ulteriore contributo economico.

I lavori sono stati svolti dalla ditta Syrio System di Paolo Dorise Fornaci di Barga


Grazie a questo intervento i soci del GAMP potranno utilizzare il telescopio per la ricerca nel campo degli asteroidi da qualsiasi parte del mondo, tramite la rete internet.

Bolide del 1 ottobre 2021

 La notte del 1 ottobre 2021, alle ore 01:05 la telecamera della rete PRISMA ha registrato un luminoso bolide..

Analizzando i dati è stato posibile determinare la sua orbita in atmosfera entrato  ad una  velocità di circa 16.6 km/s. percorrendo una traiettoria da sud-ovest verso nord-est. ad un altezza di circa 77 km. In circa 6 s ha percorso più di 80 km con un'inclinazione di circa 32° rispetto alla superficie terrestre e si è estinto a 32.1 km dal suolo, quando la velocità era ancora di circa 6.3 km/s.


In considerazione delle sue dimensione, circa un metro, non si esclude che alcuni frammenti, grandi da 2.5 cm fino a 5 cm siano caduti al suolo Pistoia e Prato.


Immediatamente sono partitele ricerche per trovare un frammento.

Il MUSEO DI SCIENZE PLANETARIE di Prato è il punto di riferimento per le ricerche.

Anche il GAMP partecipa alla campagna di ricerca, andando a setacciare alcune zone dell'area interessata. 



Ulteriori informazioni sulla pagine della rete PRISMA

martedì 23 marzo 2021

Bolide del 22 Marzo 2021

Alle ore 22:22:18.35dl 22 marzo 2021 la telecamera della rete PRISMA ITTO01installa presso l'Osservatorio Astronomico Montagna Pistoiese ha catturato un bolide luminoso  ~ -5 mag. in direzione NORD.


Nonostante la Luna la primo quarto è visibile la "striscia" luminosa del piccolo meteroroide.

Da una ricostruzione effettuata dalla RETE FRIPON è stato possibile determinare che la meteora luminosa è un oggetto riconducibile ad un corpo con orbita tipica delle comete, con un elevata eccentricità 0.95. 


Ulteriori immagini sono disponibili al seguente url

https://fireball.fripon.org/displaymultiple.php?id=15280